top of page

Storie, storie, storie e ancora storie…

Aggiornamento: 28 lug 2022


Avete mai sentito parlare di un certo Dottor Krashen?

Intendo Stephen D. Krashen.

Sì, proprio lui! Il sostenitore della teoria dell’approccio naturale all’ apprendimento…o meglio all’acquisizione di una lingua.

Volete conoscerlo meglio? Andate sul canale you tube "Raising Multilinguals live". In questo incontro di un’ora Dr. krashen ci spiega in modo chiaro e amichevole le sue teorie con suggerimenti pratici ed esempi personali, rivelandoci alcuni segreti per capire e parlare altre lingue.

Secondo lui bisogna distinguere fra acquisizione e apprendimento di una lingua. Pur non essendo contrario al secondo metodo, Krashen lo descrive come molto difficile da conseguire. L’apprendimento conscio di una lingua presuppone lo studio delle regole e la costante attenzione alla correttezza di ciò che si espone. In questo modo, focalizzandoci sulla correttezza, non riusciamo ad ascoltare il nostro interlocutore e quindi a comunicare come vorremmo.

Krashen asserisce che una lingua si acquisisce, non si apprende. L’acquisizione avviene in modo naturale: la lingua viene “raccolta” (picked up) inconsciamente senza la preoccupazione della precisione o dell’errore. Tutti noi possediamo una funzione naturale per controllare la correttezza delle espressioni verbali (monitor) che si attiva in base alla reazione dell’interlocutore. Di fronte a una espressione scorretta l’ascoltatore potrà reagire riformulando, correggendo, chiedendo chiarimenti o anche con indifferenza.


L’esposizione all’input è essenziale per acquisire una lingua, ma non è sufficiente. L’input linguistico deve essere comprensibile e la persona deve essere motivata, serena e priva della paura di essere giudicata.

Alla domanda su come si può fare per acquisire una lingua in modo naturale il professore risponde semplicemente con una parola: Storie!

Tante storie di tutti i tipi! Da Harry Potter ai fumetti dell’Uomo Ragno, seguendo i vostri interessi e i vostri gusti. Tutto questo permette l’immersione completa nella lingua e l’assimilazione graduale. Krashen ci invita a dare la priorità alla lettura di libri in lingua originale, purché adatti al nostro livello, vedere film ed ascoltare podcast.


Ricordo che prima degli esami scritti di lingua all’università, anziché ripassare la grammatica, leggevo libri per l’infanzia. Da Roald Dahl a Milne, uno dietro l’altro. Ho passato gli scritti al primo colpo. Un po’ come mia figlia che guardava le soap opera coreane per immergersi ancora di più in quella lingua fulcro dei suoi interessi e delle sue passioni.