top of page

Hai mai pensato di seguire una dieta linguistica sana?

Aggiornamento: 28 lug 2022

Due ricercatori Dr. Thomas H. Bak e Dr. Dina Mehmedbegovic-Smith hanno studiato una strategia chiamata proprio Health Linguistic Approach che si basa sulla correlazione fra salute mentale e salute fisica.


Secondo i due studiosi imparare altre lingue e usarle regolarmente migliora la salute mentale e aumenta la “riserva cognitiva”, così come l’attività fisica regolare e una dieta sana contribuiscono a mantenere in buona salute il nostro corpo.


Le loro ricerche hanno evidenziato che nei pazienti multilingui si nota un ritardo nell’apparizione dei primi sintomi di demenza e un migliore recupero cognitivo in quelli affetti da ictus.


Il loro lavoro si focalizza su tre punti principali:

1. Sviluppare abitudini, comportamenti e capacità di comprensione in ambito educativo a partire dalla prima infanzia fino a tutta l’età adulta.

2. Rivalutare il proprio impegno e coinvolgimento nell’imparare un’altra lingua come un cambiamento dello stile di vita.

3. Utilizzare la diversità linguistica a vantaggio degli individui e della società.


Mi sono imbattuta quasi per caso in una conferenza online tenuta dal dottor Thomas H. Bak il

1 dicembre del 2021. Nonostante il titolo lungo e apparentemente complesso è risultata decisamente interessante, un “eye opener”.


Andate sul loro sito e soffermatevi sulla foto della home page, prova inconfutabile dell’affermazione di cui sopra: http://healthylinguisticdiet.com/


__________________________